Informazioni generali

L'edizione 2019-2020 del progetto “Da un sapere passato ad un sapere per il futuro 2.0” sviluppa i medesimi obiettivi del precedente arricchendosi di nuove ed importanti esperienze per 35 giovani del territorio. Le innovazioni rispetto alla precedente edizione riguardano il processo di accompagnamento attivato che affianca i giovani con scarsa conoscenza del territorio e debole rete sociale nell’affacciarsi al mondo del lavoro e delle imprese locali. Il progetto non ha l’occupazione immediata come primo risultato atteso bensì la promozione dell’occupabilità intesa come la capacità di collocarsi e ricollocarsi autonomamente nel mondo del lavoro, attraverso la costruzione di relazioni, conoscenze e competenze.

A seguito della formazione fornita ai partecipanti, infatti, nei mesi di dicembre 2019 e la prima settimana di gennaio 2020, si è proceduto ad intraprendere le attività di orientamento e di costruzione del progetto individuale con ogni singolo ragazzo così da supportarlo nella ricerca attiva di un tirocinio o di un lavoro o di un percorso formativo che gli consenta di terminare gli studi.

Gli obiettivi generali del progetto, al cui centro c'è l'intenzione di sviluppare tra giovani e vecchie generazioni momenti di incontro per fare ‘squadra’, sono: avvicinare i giovani a "mestieri" che potrebbero rappresentare una leva interessante per combattere la disoccupazione giovanile; accompagnare i giovani nel processo di costruzione dell’identità professionale e metterli in condizione di affrontare il mondo del lavoro in modo strategico ed efficace; scambio generazionale, in termini di scambio di competenze tra adulti e giovani; partenariato stabile tra soggetti pubblici e privati che possano favorire l’accesso e la permanenza dei giovani all'interno del mercato del lavoro.

A livello istituzionale e nel lungo periodo si vuole, poi, costruire una relazione professionale stabile tra soggetti pubblici e privati che possa favorire e diventare punto di riferimento per l’accesso e la permanenza dei giovani all'interno del mercato del lavoro.

A chi è rivolto:

Possono iscriversi giovani disoccupati o inoccupati (fa fede la DID del Centro per l’Impiego) di età compresa fra 18 e 29 anni, che abbiano concluso o interrotto il percorso formativo, residenti nei Comuni di Campo San Martino, Campodoro, Carmignano di Brenta, Cittadella, Fontaniva, Gazzo, Grantorto, Loreggia, Piazzola sul Brenta, San Giorgio delle Pertiche, San Giorgio in Bosco, San Martino di Lupari, Tombolo, Trebaseleghe, Vigonza, Villafranca Padovana.

Tempi:

Edizione 2019-2020 del progetto “Da un sapere passato ad un sapere per il futuro 2.0” - adesione possibile entro Febbraio 2020 attraverso le seguenti modalità:
- compilando il form online http://reteperillavoro.tumblr.com/comeaderire
- inviando una e-mail a retelavoro@laesse.org riportando i dati richiesti nella cedola di adesione oppure allegando la scansione della cedola compilata
- consegnando la cedola presso gli Uffici Protocollo dei comuni partner del progetto.

I posti sono limitati, in caso di esubero di adesioni, si procederà con una selezione dei partecipanti.

Per informazioni:
http://reteperillavoro.tumblr.com/

Tel.: 3488131881 (Annapaola)  oppure 328 9507314 (Silvia)
mail: retelavoro@laesse.org

Il progetto è finanziato dalla Regione Veneto nell'ambito del Piano Politiche Giovanili (DGR n. 1675/2018 del 12/11/2018), dai Comuni partner e dal Fondo Straordinario di Solidarietà per il lavoro (fondo promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo) con il coordinamento delle cooperative sociali La Esse e Im.pro.n.te.

A chi rivolgersi

Orari di apertura

  • Lunedì 9.00 – 12.30 16.00 – 18.00
  • Martedì: 10.00 – 13.15
  • Mercoledì: 10.00 – 12.30 16.00 – 18.00
  • Giovedì: 10.00 – 13.15
  • Venerdì: 10.00 – 13.15

Contatti

Ultimo aggiornamento:

04/03/2020

Ulteriori informazioni

Responsabili

Unità organizzativa responsabile dell'istruttoria:

Servizi Sociali (Responsabile: De Pieri Elisabetta)

Titolare del potere sostitutivo (persona a cui rivolgersi in caso di inerzia nel procedimento):